image-title

Corea del Sud 2019

Venerdì 15 – Sabato 23 novembre 2019

venerdì 15 novembre              Milano – Francoforte

Alle 12.30 ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Malpensa Terminal 1 al Check in di Lufthansa. Alle 14.30 partenza con volo LH 253 per Francoforte, con arrivo alle 15.45. Alle 17.40 partenza con volo 712 per Seoul. Pasti, film e pernottamento a bordo.

sabato 16 novembre                           Seoul (fuso orario + 8 ore)

Alle 12.00 ora locale arrivo all’aeroporto internazionale di Seoul-Incheon, a 60 km dalla città (dopo circa 10 ore e 20 di volo). Disbrigo delle formalità di frontiera e incontro con l’assistente locale. Trasferimento in hotel****, tempo a disposizione per relax. Nel pomeriggio visita orientativa di Seoul libera. Rientro in hotel, cena buffet e pernottamento

domenica 17 novembre                      Seoul

Prima colazione. Mattina dedicata alla visita della capitale, moderna e antica al tempo stesso: visita del complesso del Palazzo Kyongbok (Gyeongbok) con le sue magnificenti porte, aggraziate architetture e piacevoli giardini, eredità della Dinastia Chosun (o Joseon,1392-1910)Proseguimento con la visita a piedi del Villaggio Bikchon Hanok, autentico villaggio coreano che vanta 6 secoli di storia, dove ancora vivono discendenti aristocratici della Dinastia Chosun; si prosegue alla volta di una delle vie più alla moda della città, la Samcheongdong Street, prima di giungere al Tempio Jogyesa, fondato originariamente nel 1395 agli albori della dinastia Joseon, che appartiene all’ordine buddista Jogye, la principale setta del buddismo Zen coreano; la struttura che si ammira oggi risale al 1910. La mattina si conclude a Insadong Street, con i suoi negozi di artigianato e antiquariato e le gallerie d’arte. Pranzo libero. Nel pomeriggio ci si trasferisce a Cheonggyecheon Creek, per una passeggiata lungo il canale, prima di procedere alla volta della N Seoul Tower alta m. 236 considerata il simbolo della città. Rientro in albergo. Cena buffet in hotel e pernottamento.

lunedì 18 novembre                            Seoul – Suwon – Daegu

Prima colazione. Partenza per il Korean Folk Village nella città di Suwon, antico villaggio dove le persone vivono ancora all’interno di case tradizionali. Sosta per visitare la Suwon Hwaseong Fortress. Suwon fu la prima città al mondo ad essere pianificata da zero e per gli esperti il suo design è unico, senza eguali tra i centri abitati dello stesso periodo. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento in pullman per Daegu. Sistemazione in hotel****. Cena buffet in hotel e pernottamento.

martedì 19 novembre             Daegu – Haeinsa Temple – Daegu

Prima colazione e partenza per il Parco Nazionale Gayasan, a circa 73 km da Daegu, famoso per i suoi edifici storici e i meravigliosi paesaggi. Visita del Tempio Haeinsa, “tempio della riflessione su un mare calmo”, costruito nell’802, uno dei più antichi templi buddhisti della Corea, famoso per ospitare le cosiddette Tripitaka Koreana, cioè l’intera collezione di 81.258 tavolette in legno con le Scritture Buddhiste, presenti qui fin dal 1398, patrimonio Unesco. Pranzo in ristorante. Rientro a Daegu e visita a Yangnyeongsi del Museo della Medicina Orientale. Cena in ristorante locale. Rientro in hotel, pernottamento.

mercoledì 20 novembre                      Daegu – Gyeongju – Busan

Partenza per Gyeongju. ove si arriva dopo circa 1 ora di viaggio e dove si visita il Tempio Bulguksa, uno dei principali punti di attrazione turistica, un complesso di templi il cui inizio di costruzione viene fatto risalire al 528 e che nel 1995 è stato inserito nella lista dei Patrimoni dell’Umanità Unesco;  a circa 4 km dal tempio Bulguksa si visita la Grotta di Seokguram, situata sul monte Tohamsan a m. 750 s.l.m., che sovrasta il Mar del Giappone, ove si ammirano pregevoli sculture buddiste; la grotta rappresenta il viaggio spirituale verso il nirvana e vede il suo fulcro nell’imponente Statua del Budda seduto in meditazione. Proseguimento delle visite con il Daeneugnwon, noto come Tumuli Park, che ospita 20 tombe reali risalenti al periodo precedente l’unificazione e l’Osservatorio astronomico Cheomseongdae (cheomseongdae significa “torre dell’osservazione delle stelle”), costruito durante la dinastia Silla nel VII° secolo e considerato il più antico osservatorio dell’Estremo Oriente; la torre, alta più di 9 metri, è stata costruita con 362 blocchi di granito sagomato disposti su 27 strati circolari; si visita quindi il Palazzo Dongung e il Wolji Pond, uno stagno realizzato nel VII secolo, ove si trovano varie isole di suggestivo impatto scenografico, per terminare con il Tempio Bunhwangsa, con la sua pagoda rettangolare di 10 metri e la sala del Buddha della Medicina. Pranzo in ristorante in corso di visite. Proseguimento per Busan (1 ora e 30 circa). Sistemazione in hotel****. Cena buffet in hotel e pernottamento.

giovedì 21 novembre                          Busan

Prima colazione. Busan è la seconda città più grande della Corea del Sud, che vanta una storia millenaria; nel 15° secolo il governo Coreano la designò come porto commerciale ed oggi Busan è il quinto porto al mondo per la movimentazione dei containers. La città è particolarmente animata e piacevole da visitare offrendo magnifici paesaggi, Al mattino visita alla spiaggia di Haeundae e all’Osservatorio Narimaru (APEC Nurimaru Park), una convention hall in stile architettonico tradizionale coreano sull’isola di Dongbaekseom, nota per la bellezza dei suoi paesaggi che si possono ammirare dalla terrazza panoramica; proseguimento delle visite con Cimitero delle Nazioni Unite e il Memoriale della Pace e l’Orukdo Sunrise Park. Si parte alla volta della Busan Tower, costruita nel 1973 e simbolo della città che si eleva per oltre 120 metri all’interno del Parco Yungdusan; si prosegue quindi passando per BIFF street per l’animato mercato del pesce di Jagalchi, il più grande di tutta l’Asia Orientale, per terminare con il Kukje market. Pranzo in ristorante in corso di visite. Cena buffet in hotel e pernottamento.

venerdì 22 novembre              Busan – Seoul

Prima colazione. Al mattino visita del tempio Haedong Yonggung, situato sulla cima di una scogliera battuta dalle onde del mare prima del lungo trasferimento per rientrare a Seoul (km 400, circa 5 ore di viaggio). Pranzo in ristorante locale lungo il tragitto. All’arrivo sistemazione in hotel****. Cena e pernottamento.

sabato 23 novembre                           Seoul – Milano

Trasferimento all’aeroporto di Incheon. Partenza con volo LH 719 delle 10.20 con arrivo a Monaco alle 13.55. Alle 15.35 partenza con volo LH 1860 con arrivo a Malpensa Terminal 1 alle 16.40.

 

Il passaporto deve essere valido fino al 15 maggio 2020.

Clima: fresco, da 3 a 12 gradi, ma soleggiato.

Contributo per Italia Nostra –  minimo 10 partecipanti 

Con più di 16 partecipanti, in camera doppia: € 2.950 supplemento singola: € 600    (tot  € 3.550)

Con minimo 10 partecipanti, in camera doppia: € 3.350 supplemento singola: € 600    (tot  € 3.950)

Acconto: € 1.400 tassativamente entro giovedì 27 giugno –  saldo entro mercoledì 11 settembre 2019

Il contributo comprende: viaggio aereo in classe turistica basato sulle tariffe aeree/tasse aeroportuali/costi carburante oggi in vigore, soggetti a eventuale adeguamento 20 giorni prima della partenza, bagaglio in stiva 23 kg e ogni valigia deve misurare un totale di 158 cm lineari (somma di larghezza + lunghezza + spessore), visite ed escursioni come da programma, sistemazione in hotel****. Pensione completa eccetto il primo giorno, ingressi ai musei, accompagnatore dall’Italia e guida locale parlante italiano, tasse e percentuali di servizio, assicurazione medico/bagaglio – non comprende, le bevande ai pasti, le mance, eventuale eccedenza bagaglio e tutto quanto non indicato nella voce “il contributo comprende”.

Penalità previste in caso di rinuncia partecipazione al viaggio:

Rinuncia fino a 61 giorni prima della partenza: € 80 per spese organizzative anche se si trova un sostituto

Da 61 giorni fino a 45 giorni dalla partenza: 20% della quota di partecipazione

– Da 44 giorni fino a 31 giorni dalla partenza: 30% della quota di partecipazione

– da 30 a 16 giorni dalla data di partenza: 50% della quota di partecipazione

Nessun rimborso dopo tale data a meno che non si riesca a trovare un sostituto (compatibilmente con il biglietto aereo) – restano ovviamente € 80 per spese organizzative.

Assicurazione: è possibile effettuare un’assicurazione rinuncia ultimo minuto, al costo di € 100,00 a testa.

Per eventuali comunicazioni urgenti dell’ultimo minuto potete chiamare: + 39 345 4339009

Direzione tecnica: OTIM Qualcosa di Speciale – divisione di OTIM SpA –TOUR OPERATOR – AGENZIA VIAGGI E TURISMO

I – 20159 Milano – Via L. Porro Lambertenghi, 9 Tel. +39.02 69912 227

Allegati

Leggi tutto ...
image-title

Roma imperiale IN

Venerdì 11 – Lunedì 14 ottobre 2019
Guida culturale: Roberta Feri            Organizzatrice: Lidia Annunziata

Gli imperatori Ottaviano Augusto, Nerone, Adriano, Domiziano e Traiano saranno i protagonisti di questo viaggio a Roma ed insieme a loro percorreremo le strade della capitale alla ricerca delle testimonianze storiche ed archeologiche che potranno mostrarci le loro opere ma anche le loro diverse personalità: visiteremo l’Ara Pacis, monumento religioso di raffinata eleganza, la Domus Aurea, i mausolei della Necropoli Vaticana, il Foro e i Mercati Traianei, le Domus Romane sotto Palazzo Valentini. Una visita infine alla Centrale Montemartini, frutto di una sapiente combinazione tra archeologia industriale e archeologia “tradizionale”

venerdì 11 ottobre               Itinerario Augusteo – Campo Marzio e Ara Pacis
Alle ore 8.20 ritrovo dei partecipanti alla Stazione Ferroviaria di Milano Centrale al piano partenze, davanti al varco d’ingresso D. Partenza con treno Frecciarossa delle ore 09.00. Arrivo a Roma Stazione Termini alle 11.59, dove ci attende un pullman gran turismo che ci porterà in Hotel per lasciare il bagaglio. Colazione libera. Nel pomeriggio si svolgerà un itinerario a piedi legato all’Imperatore Ottaviano Augusto: percorreremo il Campo Marzio terminando con la visita all’Ara Pacis, monumento religioso dedicato alla pace e sintesi perfetta del nuovo corso della politica imperiale augustea. Rientro e sistemazione all’Hotel Cicerone **** in zona Prati – Via Cicerone, 55/C – tel 06 3576. Cena e pernottamento

sabato 12 ottobre                Necropoli Vaticana e la Roma dei Papi
Prima colazione. L’itinerario della giornata si svolgerà interamente a piedi. In mattinata percorreremo l’area Vaticana: qui si trovavano le proprietà dell’Imperatore più discusso, Nerone, e qui, nel suo Circo, si svolsero le terribili persecuzioni dei Cristiani successive al grande incendio di Roma. Tra questi martiri, San Pietro che venne sepolto in un’umile tomba nel luogo dove oggi vediamo la splendida Basilica a lui dedicata. Per comprenderne meglio le straordinarie vicende verrà effettuata l’eccezionale visita alla Necropoli Vaticana, mausolei splendidamente decorati (da non confondere con le Grotte Vaticane) che si trovano sotto l’attuale Basilica e dove si ritiene che sia stato sepolto Pietro. Colazione libera. Dalla zona vaticana ci muoveremo verso Castel Sant’Angelo, grandioso mausoleo dinastico di un altro grande Imperatore, Adriano, e dopo aver traversato il Tevere su Ponte Sant’Angelo, proseguiremo nelle strade della Roma più autentica e tradizionale fino a piazza Navona, l’antico Stadio dell’Imperatore Domiziano. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

domenica 13 ottobre           Centrale Montemartini – Domus Aurea
Prima colazione. Ci recheremo in pullman sulla Via Ostiense per visitare la Centrale Montemartini; nata come Centrale termoelettrica nel 1912, oggi è un suggestivo spazio museale dei Musei Capitolini frutto di una sapiente combinazione tra Archeologia industriale e Archeologia “tradizionale”. Il pullman ci accompagnerà nell’area intorno al Colosseo per continuare le visite legate ancora all’Imperatore Nerone: si visiterà la sua opera più famosa, la Domus Aurea sul colle Oppio. Rimane solo una parte di una serie infinita di edifici e strutture urbanistiche di questo progetto senza precedenti. Invece nell’area soprastante si individuano ancora le grandiose rovine delle Terme di Traiano costruite sopra i resti degli edifici neroniani. Furono le prime grandi strutture termali organizzate secondo una sequenza di ambienti divenuta poi canonica. Faremo una sosta nella Chiesa di San Pietro in Vincoli per ammirare la nuova illuminazione predisposta per la straordinaria statua del Mosé di Michelangelo. Dopo un’attenta opera di restauro, un suggestivo gioco di luci avvolge il capolavoro. Colazione libera nel corso delle visite. Per rientrare in Hotel utilizzeremo la Metropolitana effettuando una sosta alla fermata San Giovanni della Linea A-C della Metropolitana. La stazione, inaugurata a maggio 2018, è la prima a Roma ad adottare un allestimento di tipo museografico ed archeologico: alcuni reperti, provenienti dagli scavi effettuati durante i lavori, sono stati esposti in un percorso spaziale e temporale.
Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

lunedì 14 ottobre                  Foro di Traiano-Museo dei Fori – Domus di Palazzo Valentini
Prima colazione. Utilizzeremo ancora la Metropolitana per recarci nell’area dei Fori Imperiali. Forse è Traiano l’imperatore più ammirato da antichi e moderni; l’optimus princeps ispiratore del grandioso Foro eretto dopo le vittoriose guerre contro i Daci, le imprese militari protagoniste del racconto figurato sulla Colonna, vera dominatrice della scena monumentale. A completamento la visita ai cd Mercati Traianei, scenografiche strutture che oggi ospitano il Museo dei Fori con i reperti provenienti da tutta l’area. Molto particolare sarà la visita nei sotterranei di Palazzo Valentini in Piazza Venezia dove sono stati rinvenuti importanti resti di Domus aristocratiche di epoca imperiale visibili con un percorso di grande suggestione grazie alle tecniche multimediali. Colazione libera nel corso delle visite.
Alle 18.00 partenza da Roma Termini con treno Frecciarossa. Arrivo a Milano Centrale alle 20.59.

Comunicare al più presto l’interesse al viaggio per poter mantenere le opzioni di trasporti e alberghi.
Contributo per Italia Nostra – minimo 15 partecipanti:
in camera doppia: € 1.200,00 supplemento singola: € 180 (tot € 1.380,00)

Acconto: € 400,00 tassativamente entro venerdì 17 maggio – saldo entro venerdì 19 luglio 2019

Il contributo comprende: viaggio in treno Frecciarossa, trasferimenti come da programma, sistemazione in hotel **** tre cene in hotel, ingressi ai musei, accompagnatore e guida culturale dall’Italia, tasse e percentuali di servizio, assicurazione medico/bagaglio.
Non comprende tassa di soggiorno e tutto quanto non indicato nella voce “il contributo comprende”.

Penalità previste in caso di rinuncia partecipazione al viaggio:
Rinuncia fino a 65 giorni prima della partenza: € 80,00 per spese organizzative.
Rinuncia dal 64° al 36° giorno dalla partenza: 40% della quota di partecipazione
Rinuncia dal 35° all’11° giorno dalla partenza: 75%
Rinuncia dal 10° giorno al giorno della partenza: 100% della quota di partecipazione
A meno che non si riesca a trovare un sostituto (compatibilmente col biglietto aereo) – restano ovviamente € 80,00 per spese organizzative e il costo dell’eventuale cambio da camera doppia a singola.

Assicurazione:
è possibile effettuare un’assicurazione rinuncia ultimo minuto, al costo di € 120,00 a testa in camera doppia e € 130,00 in camera singola.

Allegati

Leggi tutto ...
image-title

Armenia-IN-2019

Martedì 18 – Martedì 25 giugno 2019

Guida Culturale: Roberta Feri            Organizzatrice: Lidia Annunziata

L’Armenia è una terra dal paesaggio affascinante, la terra in cui la tradizione biblica colloca il Giardino dell’Eden. La terra da cui, nelle giornate limpide, si può perfino pensare di scorgere sull’Ararat la sagoma dell’Arca di Noè. Andremo alle radici del nostro mondo, dove il cristianesimo fu per la prima volta (nel 301 d.C.) scelto come religione ufficiale di una nazione, a pochi chilometri da Turchia, Iran, Azerbaigian. Dove le cento chiese millenarie e i cento conventi nascosti nelle verdi vallate anticipano spesso di secoli la nostra architettura romanica. Conosceremo un paese indomito, che da secoli deve difendersi dai vicini. Vedremo paesaggi sconfinati, musei con meravigliosi manoscritti miniati, antichi monasteri in posizioni spettacolari.

martedì 18 giugno              Milano Malpensa – Yerevan (fuso orario + 3 ore)
Alle 15.40 ritrovo all’aeroporto Milano Malpensa Terminal 1, al check in della Austrian Airlines. Alle 17.40 partenza per Vienna con volo OS 514. Arrivo alle 19.10. Alle 22.35 partenza con volo OS 641 per Yerevan.

mercoledì 19 giugno           Yerevan, Tstitsernacaberd, Echmiadzin, Metsamor, Tzvarnots, Yerevan
Arrivo a Yerevan alle 03.55 ore locali. Trasferimento all’hotel Double Tree by Hilton**** Grigor Lusavorich Str. tel + 347 11 555 333. Pernottamento. Prima colazione. Visita del monumento dei Martiri al Genocidio situato sulla collina di Tstitsernacaberd. Partenza verso Echmiadzin denominato anche “Il Vaticano di Armenia”, luogo Sacro e Sede Patriarcale del Catolikos, la maggiore autorità della Chiesa Armena. Prima visita dedicata alla chiesa di Santa Hripsime, costruita nel 618 dal Patriarca Komitas. Successivamente, visita della Cattedrale Patriarcale di Echmiadzin costruita nel 303 da San Gregorio Illuminatore e Re Trdat III al cui interno è custodita la “Lancia Sacra”, la leggenda vuole che questo sia un frammento dell’Arca di Noè (al momento la cattedrale è in restauro, pertanto visiteremo la Chiesa di Gayane dove sono state trasferite tutte liturgie).
Escursione al vicino parco situato nel territorio della Santa Sede dove sono esposte le Khatchkar, ovvero le Croci di Pietra. Proseguimento verso Metsamor, antichissimo sito archeologico risalente al quinto millennio a.C., visita del Museo che conserva preziosi reperti archeologici. Lungo il percorso di rientro visita delle rovine del Grande Tempio di Zvarnots, risalente al VII secolo. Al termine delle visite rientro a Yerevan.

giovedì 20 giugno                Yerevan – Ashtarak – Saghmosavank – Amberd – Odzun – Haghpat
Prima colazione. Partenza per la regione di Aragatsotn e visita della città di Ashtarak con la bellissima Chiesa di Karmravor, e al Monastero di Saghmosavank, importante centro culturale del Medioevo situato in posizione scenografica sulla gola di Kasagh. Visita della Fortezza di Amberd, teatro di varie scorrerie, situata a 2.300 m s.l.m. è detta “la fortezza fra le nuvole” per la sua posizione dominante. Proseguimento in direzione Nord per raggiungere la regione di Lori: visita al villaggio di Odzun con la stupenda Basilica risalente al VI secolo e proseguimento verso Haghpat per la visita al complesso monastico fortificato, Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Al termine delle visite sistemazione all’hotel Qefo Haghpat 14/19, Alaverdi, tel 374 55 210210

venerdì 21 giugno                 Haghpat – Akhtala – Dilijan – Haghartsin – Lago Sevan
Prima colazione. Visita al Complesso Monastico fortificato di Akhtala situato in posizione strategica circondato da canyon su tre lati. La fortezza fu edificata nel X secolo, giocò un ruolo importante nella difesa del Regno di Armenia durante l’epoca medievale. All’interno della fortificazione sorge il Monastero, dove sarà possibile apprezzare i bellissimi affreschi. Akhtala fu per molto tempo uno dei più importanti centri spirituali e culturali di tutta l’Armenia. Proseguimento per Dilijan, cittadina situata in un contesto naturalistico favoloso, circondata da boschi e le catene montuose del Bazum e Pambak. Visita della vecchia città e proseguimento per Haghartsin e visita del Monastero risalente al X-XII secolo. Partenza per il Lago di Sevan, uno dei luoghi più belli di tutta l’Armenia. Visita del Monastero di Sevanavank situato in magnifica posizione su una penisola sul lago.
Sistemazione all’hotel Multi Rest House **** con piscina e sauna – tel 374 10287450 a Tsakhkadzor.

sabato 22 giugno                  Sevan – Noraduz – Selim – Noravank – Khor Virap – Areni – Yerevan
Prima colazione. Partenza per il villaggio di Noraduz con cimitero medievale risalente al IX/XVII secolo in cui potremo osservare le Khachkar, Croci di Pietra. Proseguendo lungo il passo di Selim visita al Monastero di Noravank del XIII secolo con le chiese di Astvatsatsin e San Karapet, situate in posizione spettacolare sulla cima di un precipizio. Proseguimento verso la regione di Ararat e visita del Monastero di Khor Virap dove San Gregorio visse in prigionia per tredici anni in una cella sotterranea. Dal Monastero si potrà osservare una magnifica vista sul Monte Ararat. Rientro a Yerevan, lungo il percorso sosta al villaggio di Areni per effettuare una degustazione di vini presso una cantina locale. Sistemazione sempre all’hotel Double Tree by Hilton****.

domenica 23 giugno             Yerevan
Prima colazione. In tarda mattinata incontro con la guida e visita della capitale dell’Armenia, definita la città “rosa” per il colore delle sue pietre. Visita della Piazza della Repubblica, il cuore della città progettata dall’architetto Alexander Tamanyan. Pranzo in ristorante locale (barbeque menu). Proseguimento con la visita del Museo Statale di Storia e del Museo dedicato al famoso pittore e regista armeno Sergey Parajanov. Tempo a disposizione per visitare il Vernissage, interessante mercato della città. Al termine delle visite rientro in hotel.

lunedì 24 giugno                    Yerevan, escursione a Geghard e Garni
Prima colazione. In mattinata escursione a Geghard e visita del monastero costruito nel XIII sec situato in un profondo e spettacolare canyon. Visita di Garni con il tempio risalente al I secolo, importante sito archeologico, unica testimonianza sopravvissuta della cultura ellenistica in Armenia. Il tempio fu forse costruito dal Re Tiridate grazie ad una donazione dell’imperatore Nerone. Visita inoltre ai resti della muraglia. Pranzo presso un agriturismo armeno dove sarà possibile degustare khorovats (grigliata di carne) e assistere alla preparazione del “lavash” il pane armeno cotto in forni interrati. Nel pomeriggio rientro a Yerevan e visita del Museo di Matenaradan, che custodisce antichi e preziosi manoscritti. Tempo a disposizione per effettuare un giro nei negozi e nel mercato della città. Pernottamento in hotel.

martedì 25 giugno                  Yerevan – Milano Malpensa
Trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo OS 642 per Vienna delle 04.45. Arrivo alle 06.30. Alle 08.40 con volo OS 507 partenza e arrivo a Milano Malpensa Terminal 1 alle 10.05

Documenti: il passaporto deve essere valido fino al 21 dicembre 2019.

Clima: temperature miti e cielo terso.

Contributo per Italia Nostra – minimo 15 partecipanti:

in camera doppia: € 2.050,00 supplemento singola: € 265,00 (tot € 2.315,00)

Acconto: € 700,00 tassativamente entro giovedì 7 febbraio 2019 saldo entro martedì 7 maggio 2019

Il contributo comprende: viaggio aereo in classe turistica basato sulle tariffe aeree/tasse aeroportuali oggi in vigore che
potrebbero subire variazioni, trasferimenti come da programma, sistemazione in hotel ****, pensione completa.
Ingressi, accompagnatore dall’Italia e guida locale, tasse e percentuali di servizio, assicurazione medico/bagaglio e
assicurazione rinuncia. Non comprende le bevande ai pasti e tutto quanto non indicato nella voce “il contributo comprende”.

Penalità previste in caso di rinuncia partecipazione al viaggio:
Rinuncia fino a 65 giorni prima della partenza: € 80,00 per spese organizzative.
Rinuncia dal 64° al 36° giorno dalla partenza: 40% della quota di partecipazione
Rinuncia dal 35° giorno al giorno della partenza 100% della quota di partecipazione

A meno che non si riesca a trovare un sostituto (compatibilmente col biglietto aereo) – restano ovviamente € 80,00 per spese
organizzative e il costo dell’eventuale cambio da camera doppia a singola.

Per eventuali comunicazioni urgenti dell’ultimo momento potete chiamare: 00 39 345 433 9009
Direzione tecnica: ARCHE’ TRAVEL MEDIA S.R.L. Via Frassineto 49 – 10139 – Torino

Allegati

Leggi tutto ...
image-title

I nostri viaggi per l’autunno 2019

Bulgaria. Monasteri, natura e città antiche

giovedì 26 settembre – giovedì 3 ottobre 2019

Guida culturale: Roberta Feri                 Organizzatrice: Lidia Annunziata

L’antica Tracia, miracolosamente ancora al margine dei percorsi turistici, luogo di incontro di popolazioni diverse, è riuscita a conservare la propria identità culturale slava e cristiana nonostante il lungo dominio ottomano. Nella pace e nella bellezza dei monasteri, edificati in suggestivi ambienti naturali, la testimonianza della solidità artistica e spirituale del popolo bulgaro. Nella capitale Sofia, città distrutta dagli Unni e ricostruita da Giustiniano, il riassunto dei vari aspetti culturali e spirituali del Paese. A Plovdiv, capitale della Cultura 2019 insieme a Matera, il teatro romano e gli antichi edifici ottocenteschi. Da contorno, una natura ancora in gran parte preservata. Ai Santi Cirillo e Metodio, fratelli evangelizzatori del IX secolo, patroni della Bulgaria, si deve la traduzione in slavo della Bibbia, con la nascita di un alfabeto glagolitico che prende il nome da Cirillo. Un paese europeo, rimasto felicemente fuori dai problemi politici che hanno colpito anni fa altri paesi balcanici; una meta tranquilla e rassicurante, con un tocco di mistero di Oriente.

Luci e ombre di Roma Imperiale. Un viaggio insieme agli imperatori più amati e più discussi.

venerdì 11 – lunedì 14 ottobre 2019

Guida culturale: Roberta Feri                 Organizzatrice: Lidia Annunziata

Gli imperatori Ottaviano Augusto, Nerone, Adriano, Domiziano e Traiano saranno i protagonisti di questo viaggio a Roma ed insieme a loro percorreremo le strade della capitale alla ricerca delle testimonianze storiche ed archeologiche che potranno mostrarci le loro opere ma anche le loro diverse personalità: visiteremo l’Ara Pacis, monumento religioso di raffinata eleganza, la Domus Aurea, i mausolei della Necropoli Vaticana, il Foro e i Mercati Traianei, le Domus Romane sotto Palazzo Valentini. Una visita infine alla Centrale Montemartini, frutto di una sapiente combinazione tra archeologia industriale e archeologia “tradizionale”.

Corea del Sud. Storia millenaria e città modernissime

venerdì 15 – sabato 23 novembre 2019

Una piccola penisola incuneata nel Mar del Giappone, poco toccata da turismo di massa, un paese tranquillo, dove cultura e meraviglie naturali persistono intatte nel tempo. La bellezza del paesaggio, gli antichi villaggi perfettamente conservati dichiarati patrimonio dell’umanità, gli splendidi templi, come quello di Haeinsa scrigno di inestimabili tesori, invitano alla meditazione abbinando storia, modernità e serenità.  E Seul, con i suoi grattacieli e antichi palazzi imperiali protetti dall’UNESCO, ne è l’emblema. A far da cornice a questa terra immersa nel verde, i molteplici parchi naturali, le sue montagne, i suoi fiumi, le campagne dai mille colori, e infine, l’estrema disponibilità e ospitalità dei suoi abitanti, non potranno che rendere indimenticabile questo viaggio.

Leggi tutto ...
image-title

Visita culturale

Fidenza e Parma. La cultura batte il tempo

giovedì 24 ottobre 2019

Guida culturale: Roberta Feri                 Organizzatrice: Lidia Annunziata

E’ lo slogan scelto per Parma Capitale Italiana della Cultura 2020. Questa splendida città offre quindi il suo straordinario patrimonio artistico ma con gli occhi di una rinnovata proposta culturale. Anche la sua provincia però ha capolavori meno conosciuti ma di altissimo valore storico-monumentale; a Fidenza, tappa fondamentale della Via Francigena, si erge quasi appartato il Duomo dedicato a San Donnino, il santo senza testa che protegge i pellegrini romei dall’idrofobia, decorato da Benedetto Antelami. Dello stesso grande artista, nell’attiguo Museo, si svela la scultura della Madonna in Trono ancora con preziose tracce di policromia.

Leggi tutto ...
image-title

Esempio di archeologia “green”: verranno piantumati 105 nuovi alberi e 1700 siepi

Nella Milano romana, poco fuori l’antica Porta Ticinese, si trovava un anfiteatro grande quasi come il Colosseo, 155 metri per 122, alto 36. Fu smantellato, com’è provato dai suoi blocchi di pietra, reimpiegati come platea di fondazione della vicina Basilica di San Lorenzo.

Un parco urbano di archeologia green permetterà di ampliare e valorizzare quest’area: il progetto prevede, oltre alla nuova fase di scavi, la successiva ricostruzione “evocativa” dell’antico impianto dell’anfiteatro in un viridarium Amphitheatrum naturae in perfetta simbiosi fra vegetazione e ruderi.

Ha dichiarato Edoardo Croci, Presidente di Italia Nostra, sezione di Milano: “Italia Nostra è da sempre impegnata nella tutela del patrimonio culturale e naturale dell’Italia. In questa logica siamo attenti alla trasformazione urbana sostenibile di Milano, dove il futuro richiede anche la valorizzazione del passato. Il nuovo parco dell’anfiteatro romano con la sua impostazione innovativa consente di realizzare un parco archeologico non separato dalla città, ma pienamente integrato e vivibile con un approccio di “archeologia green”. Saremo ancora una volta accanto alla Soprintendenza, accompagnando il processo anche con un contributo per le attività di divulgazione grazie al nostro fondo Monti, con il quale abbiamo anche finanziato l’indagine diagnostica della Sala delle Asse del Castello Sforzesco di Milano, che ha portato al recupero degli affreschi di Leonardo Da Vinci, da pochi giorni riaperta al pubblico”.

Leggi tutto ...
image-title

La sezione Italia Nostra di Milano, fin dalla sua fondazione, ha contribuito a importanti restauri di beni artistici e culturali nell’area di Milano (restauri 1969 – 1997).

Dalla metà degli anni ’90 questa attività è stata rafforzata con la costituzione del FONDO ENZO MONTI che per volontà testamentaria legava i beni immobili lasciati ad Italia Nostra alla realizzazione di restauri significativi. Questo indirizzo, oltre che assolvere alla volontà espressa, è in linea con lo Statuto dell’Associazione.

Italia Nostra, sezione di Milano nel 1995 ha così deliberato all’unanimità “di costituire un Fondo rappresentato dai proventi netti degli immobili descritti nel testamento. Tale Fondo destinato alla tutela dei beni culturali e al restauro di opere d’arte e architettoniche di Milano e della Provincia di Milano, è denominato “FONDO ENZO MONTI per i beni culturali”.

Leggi tutto ...
image-title

Visita culturale

Visita alla rinascimentale Villa Simonetta

giovedì 6 giugno 2019

Guida culturale: Giovanni Fossati

Un pomeriggio dedicato alla Villa Simonetta dove saremo cortesemente accolti dal Maestro Andrea Melis, Direttore della Scuola Civica di Musica “Claudio Abbado”. Apprezzeremo il portico e le due logge cinquecentesche esterne all’edificio per poi spostarci all’interno dove si conservano alcune vestigia della costruzione primitiva di fine Quattrocento, lo scalone cinquecentesco con il soffitto affrescato e alcuni ambienti affrescati alle pareti ed ai soffitti. Osserveremo la cosiddetta “Finestra dell’Eco” e avremo accesso alla Cappella fatta costruire a fine Quattrocento da Gualtiero Bascapè.

Sarà l’occasione giusta per osservare le due grandi peschiere e prendere visione di quanto resta dell’originario giardino cinquecentesco del quale Italia Nostra sta promuovendo il completo recupero, reso possibile dalla prevista prossima dismissione di parte dell’adiacente Scalo Farini.

Guarda la conversazione del Vice presidente Giovanni Fossati con Carlo Rolle – montaggio di Andrea Rui – su  https://www.youtube.com/watch?v=g4n3C9dUPoY&feature=youtu.be

Leggi tutto ...
image-title

Visita culturale

Ivrea, quando la cultura d’impresa si fa immagine del territorio

sabato 1 giugno 2019

Guide culturali: Umberto Vascelli Vallara, Paolo Galluzzi, Alberto Redolfi,
Enrico Giacopelli, Paolo Mazzo

Imprenditore, politico, editore e fine umanista, Olivetti lavorò non soltanto per la propria azienda, ma soprattutto per rinnovare completamente i modi e il senso del lavoro industriale in Italia. Il concetto di “comunità” spinse l’imprenditore a considerare la fabbrica come il luogo produttore di bene e non di beni, in un’ottica che non limitasse il profitto al mero arricchimento ma che lo intendesse come un plus da reimpiegare sul territorio, sulla qualità della vita dei lavoratori e sull’ecosistema. Per adattare il lavoro alle esigenze dell’uomo, Olivetti portò in fabbrica poeti e intellettuali, animando i propri operai con proiezioni di film, biblioteche e servizi sociali all’avanguardia. Il suo fu il tentativo di creare un nuovo modello umano, fatto di solidarietà tra imprenditori e operai, tra fabbrica, città e campagne circostanti.

Visiteremo il MAAM (Museo dell’architettura moderna di Ivrea) vero e proprio museo a cielo aperto, che si snoda lungo via Jervis e le aree contigue su cui sorgono gli edifici più rappresentativi della cultura olivettiana: dalle Officine ICO al Centro Servizi Sociali, palazzina pensata per accogliere una biblioteca, servizi sociali e assistenziali, dal Centro Studi e Esperienze, con un disegno che ricorda le opere di Frank Lloyd Wright, all’Unità Residenziale Ovest, una vera e propria opera di land architecture perfettamente mimetizzata e integrata con l’ambiente naturale circostante.

Conferenza “Ivrea, quando la cultura d’impresa si fa immagine del territorio” -Presentazione

Leggi tutto ...
image-title

Viaggio

Corea del Sud, storia millenaria e città antichissime

da venerdì 15 a sabato 23 novembre 2019

Una piccola penisola incuneata nel Mar del Giappone, poco toccata da turismo di massa, un paese tranquillo, dove cultura e meraviglie naturali persistono intatte nel tempo. La bellezza del paesaggio, gli antichi villaggi perfettamente conservati dichiarati patrimonio dell’umanità, gli splendidi templi, come quello di Haeinsa scrigno di inestimabili tesori, invitano alla meditazione abbinando storia, modernità e serenità.  E Seul, con i suoi grattacieli e antichi palazzi imperiali protetti dall’UNESCO, ne è l’emblema. A far da cornice a questa terra immersa nel verde, i molteplici parchi naturali, le sue montagne, i suoi fiumi, le campagne dai mille colori, e infine, l’estrema disponibilità e ospitalità dei suoi abitanti, non potranno che rendere indimenticabile questo viaggio.

Leggi tutto ...