image-title

Piazza d’Armi di Baggio, no all’uso politico dei vincoli per tutela

Il Mibac ha avviato la procedura per la dichiarazione di interesse culturale della Piazza d’Armi di Baggio di Milano, area in cui l’Esercito Italiano ha esercitato funzioni operative e di addestramento dismesse alla fine degli anni ’80. Il Ministero ha sottolineato che «piazza d’Armi fin dagli inizi del secolo XX di particolare importanza per il suo riferimento alla storia dell’aviazione italiana e, a partire dagli anni Trenta, alla storia militare, è diventata con il tempo un elemento storico consolidato nel paesaggio urbano, oltre che un vero e proprio polmone verde per la città, dove sono sorte spontaneamente aree boschive, creati orti e inserite attività sportive».

«I vincoli per la tutela del patrimonio culturale e naturale non possono essere piegati ad un uso politico, ma devono fondarsi su elementi oggettivi – ha dichiarato Edoardo Croci, presidente di Italia Nostra Milano – Dopo il tentativo di bloccare il Giardino dei Giusti al Monte Stella, con il vincolo sul quartiere QT8, ora è la volta della Piazza d’Armi di Baggio. In entrambi i casi la procedura per il vincolo e le prescrizioni sono state calate dall’alto, senza un adeguato lavoro istruttorio della Soprintendenza territorialmente competente e senza il necessario approfondimento con le istituzioni e le associazioni di tutela».

La Sezione di Milano di Italia Nostra, in entrambi i casi, aveva richiesto alla Soprintendenza di valutare l’apposizione di vincoli paesaggistici compatibili con i contesti territoriali, secondo un processo partecipato e tenendo conto dei valori da tutelare. «Dispiace invece vedere che anche questo vincolo prescinde da queste necessarie premesse, con finalità in gran parte diverse dalla tutela e dalla valorizzazione, con il rischio di cristallizzare uno stato di fatto che può portare a ulteriore degrado».

Edoardo Croci – Presidente Italia Nostra Milano

Leggi tutto ...
image-title

Sala delle Assi tra gli interventi del Fondo Enzo Monti

Riapre oggi al pubblico la Sala delle Asse del Castello Sforzesco di Milano, in occasione dei festeggiamenti per i 500 anni dalla morte di Leonardo, dopo svariati anni di chiusura per il cantiere di restauro. L’avvio dell’attuale restauro si deve al Soprintendente del Castello Sforzesco, Claudio Salsi, che raccolse nel 2006 l’allarme lanciato da Maria Teresa Fiorio, allora direttrice delle Civiche Raccolte d’Arte, per le diffuse efflorescenze saline che stavano cancellando la decorazione a tralci di gelso della sala.

“Ringraziamo il Soprintendente Salsi per aver gentilmente ricordato il contributo di Italia Nostra al restauro di questa sala,” dichiara Edoardo Croci, presidente di Italia Nostra Milano. “Fu proprio grazie a un’indagine diagnostica finanziata da I.N., assegnata ad Anna Lucchini con la supervisione dell’Opificio delle Pietre Dure (OPD) di Firenze, che si riuscì a stabilire l’avanzamento del degrado ma anche la presenza di tracce di pittura originale sotto le diffuse ridipinture. Le prime indagini condotte durante questo cantiere di studio rivelarono l’esistenza di frammenti di disegno preparatorio di grande interesse scientifico e storico.”

Grazie all’esistenza del Fondo Enzo Monti, in cui sono confluiti i lasciti testamentari donati a Italia Nostra per la tutela dei beni culturali e il restauro di opere architettoniche di Milano e provincia, la Sezione di Milano di Italia Nostra ha potuto finanziare il cantiere di studio della Sala delle Asse e ha realizzato negli ultimi venti anni più di trenta restauri di diverse opere di notevole interesse storico e artistico.

Mariarita Signorini – Presidente Nazionale Italia Nostra

Edoardo Croci – Presidente Italia Nostra Milano

Leggi tutto ...
image-title

Appello per il potenziamento dell’istruzione artistica

Italia Nostra ha presentato un Appello al Ministro dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), Marco Bussetti, per ribadire – anche a seguito delle istanze raccolte durante il Seminario Nazionale “Patrimonio e dialoghi tra culture”  del 22-24 marzo 2019, provenienti dai referenti e docenti delle sezioni territoriali – la necessità di una definitiva revisione del piano di insegnamento delle Arti nel nostro sistema scolastico.

L’appello chiede al Ministro di mettere in atto tutti gli opportuni interventi, affinché sia reinserito l’insegnamento della Storia dell’arte in tutto il ciclo dell’istruzione e ripristinati gli Istituti d’arte, cosicché  il nostro Patrimonio artistico sia il luogo nel quale e attraverso il quale si costruiscono persone e cittadini migliori, che esso sia leva per intelligenze creative legate alle storie dei territori e alla qualità degli artigianati artistici e dei “mestieri dell’arte”.

Leggi l’appello: http://www.italianostraeducazione.org/wp-content/uploads/2019/05/Appello-istruzione-artistica.pdf

Mariarita Signorini – Presidente Nazionale Italia Nostra

Maria Rosaria Iacono – Responsabile Settore Educazione e Formazione Italia Nostra

Leggi tutto ...
image-title

Conversazione con il Vicepresidente Giovanni Fossati: “La straordinaria storia di Villa Simonetta”

La Villa Simonetta, situata in posizione semicentrale nella zona nord-ovest di Milano, ospita attualmente la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado; è una costruzione di origine quattro-cinquecentesca, modificata nel corso dei secoli. Venne costruita a fine Quattrocento in aperta campagna ad alcune miglia dalla città ed oggi la ritroviamo prospiciente al lato occidentale dello Scalo Farini.

Ce ne ha parlato lunedì 29 aprile 2019 a Milano Giovanni Fossati, il vicepresidente della Sezione di Italia Nostra.

La conferenza, oltre a ripercorrere la storia, ricca di avvenimenti, che ha caratterizzato i secoli di vita di questo importante edificio, ha trattato anche le proposte formulate da Italia Nostra per il futuro della Villa Simonetta; ciò in relazione alla prossima ristrutturazione dello Scalo Farini derivante dall’Accordo di Programma tra il Comune di Milano e le Ferrovie inerente gli scali ferroviari milanesi.

È stata un’occasione per approfondire la conoscenza di una delle più importanti costruzioni rinascimentali ancor oggi presenti a Milano.

Potrete scoprire tutto nella video-intervista a Giovanni Fossati effettuata da Carlo Rolle e montata da Andrea Rui – su: https://www.youtube.com/watch?v=g4n3C9dUPoY&feature=youtu.be

Leggi tutto ...
image-title

Nasce il gruppo Italia Nostra Giovani

In data 21 dicembre 2018 si è costituito il gruppo Giovani di Italia Nostra, composto da dieci giovani soci delle sezioni di Augusta, Lentini e Troia. L’esigenza di costituire questo gruppo nasce dalla constatazione che i giovani non sono molto presenti nella vita associativa di Italia Nostra, pur essendo interessati e sensibili alle tematiche ambientali.

Partendo dalla riscoperta del pensiero di Giorgio Bassani in occasione della ristampa dei suoi scritti nel volume “Italia da salvare Gli anni della Presidenza di Italia Nostra (1965-1980)”, il Gruppo Giovani si fonderà sui valori storici dell’associazione, puntando a lasciare che i giovani “occupino l’arte e la natura”, citando proprio Bassani. Occupare nel senso di impiegare tempo e risorse per permettere ai coetanei di godere della bellezza, della delicatezza e della potenza del nostro Territorio e anche occupare nel senso di prendersi cura degli altri.

Non sarà facile intercettare i giovani ed appassionarli a questioni che possono in apparenza sembrare noiose come le cubature di appartamenti, le energie rinnovabili, la plastica, la tutela di un parco naturale. Il compito del Gruppo Giovani sarà quello di far emergere uno spirito critico e civico sulle questioni ambientali e culturali per promuovere tra i coetanei l’interesse al futuro della a volte ignorata Grande Bellezza.

Il Gruppo è costituito da:

Coordinatore –  Luigi Rauseo

Vice-Coordinatori – Roberta Blancato Giorgio Franco

Segretario – Francesco De Michele

Responsabile alle Comunicazioni – Silvio Milano

“Non nascondo affatto l’emozione di questo primo passaggio”, ha dichiarato Luigi Rauseo in occasione della riunione telematica tenutasi il 21 dicembre.  “Siamo determinati e certi di affrontare gli impegni che ci siamo prefissi: in particolare il nostro obiettivo è quello di conoscersi, incontrarsi e formarsi, con lo scopo ultimo di far diventare Italia Nostra un centro di cultura giovanile, a contatto con i valori che possiamo qui apprendere e tramandare. Infatti, siamo convinti che un giovane che respiri per la prima volta in Italia Nostra il Senso Civico e che qui muova i primi passi nell’Impegno Civile, non abbandonerà mai questi ideali, di cui siamo fieri protagonisti ogni giorno.”

La presidente nazionale, Mariarita Signorini, a nome di tutto il CDN di Italia Nostra ringrazia i giovani Soci che hanno deciso di mettersi in gioco con passione e coraggio. “A loro va l’augurio di tante belle e vitali battaglie civiche, affinché nasca una nuova generazione capace di raccogliere il testimone lasciato dai grandi fondatori dell’associazione: Umberto Zanotti Bianco, Giorgio Bassani, Desideria Pasolini dall’Onda e Antonio Cederna,” dichiara Mariarita Signorini.

Mariarita Signorini – Presidente Nazionale di Italia Nostra

Luigi Rauseo – Coordinatore Gruppo Giovani di Italia Nostra

Vi ricordiamo che coloro i quali siano interessati a partecipare attivamente a questo gruppo formulando idee e proposte in merito ad iniziative e campagne possono inviare un’email all’indirizzo troia@italianostra.org dove saranno poi aggiunti alla mailing list ed ad un gruppo Facebook per facilitare le comunicazioni.

Inoltre vi invitiamo a seguire la pagina Facebook Italia Nostra Giovani: https://www.facebook.com/italianostragiovani/

Leggi tutto ...